Allenare la creatività – 5 consigli di Hacking Creativity

Come raccontare l’adolescenza? – 5 consigli di Alice Urciuolo
20 Novembre 2020
L’arte del dialogo – 5 consigli di scrittura di Leonardo Staglianò
4 Dicembre 2020
Tempo di lettura: 6 minuti

Siamo sempre alla ricerca di consigli sulla creatività. Ma che cos’è la creatività? Un talento che possiedono in pochi, o una competenza che si può allenare e migliorare con il tempo? Ne parliamo con Federico Favot ed Edoardo Scognamiglio, autori del podcast Hacking Creativity.


1. Hacking Creativity è un podcast sulla ricerca e l’uso della creatività.  È il primo format a cui avete pensato, o è il punto di arrivo di una gestazione più lunga?

Federico: Essendo un po’ nerd (e quindi appuntandomi più o meno tutto quello che mi capita su Evernote), ti posso dire che il 22 marzo 2019 Edoardo mi chiama su Skype da Amsterdam e mi propone di fare un podcast. Abbiamo parlato subito di creatività perché è sicuramente l’interesse numero uno che ci lega. Quindi per rispondere alla tua domanda direi che sì, ci siamo fermati alla prima idea sul tema del podcast, mentre sulla struttura, sul nome e su tutto il resto i ragionamenti sono stati chiaramente più lunghi e profondi.

Edo: Poi per progettare il podcast ci siamo chiusi in una stanza per un giorno intero, armati di centinaia di post-it. Abbiamo usato https://www.the-brandling.com, un framework molto interessante che ti aiuta a costruire un brand da zero. Se hai un’idea in testa e hai bisogno di struttura è sicuramente uno strumento utile.

Hacking Creativity – il podcast

2. Uno dei format di Hacking Creativity è Link, in cui segnalate i link più interessanti sulla creatività. Come lavorate a questo format? Quali sono i migliori consigli sulla creatività che avete trovato, vi va di regalarci qualche link in esclusiva?

Federico: Questo format ci diverte molto perché l’attività di salvarci i link per poi andarceli a ripescare è qualcosa che già facevamo entrambi in automatico. È il nostro format “di cazzeggio utile” e siamo sorpresi – e chiaramente contenti – della risposta degli ascoltatori che trovano queste chiacchierate utili per scoprire cose nuove. Io ti regalo questo link: http://www.wikiwand.com/ (è un’estensione del browser che ti permette di navigare Wikipedia con una grafica molto più moderna di quella proposta dal sito originale).

Edo: Quella di salvare i link per la puntata è ormai diventata un’abitudine. Se incontro qualcosa che mi interessa, durante la settimana, salvo e catalogo la pagina. Io, tra l’altro, faccio parte di un’altra parrocchia: basta Evernote, molto meglio Notion.

Creatività significa trovare dei collegamenti nuovi tra cose che già esistono, proprio per questo più materia prima hai e più combinazioni nascono.

3. Come trovate le vostre idee? Quali sono i processi creativi che funzionano meglio per voi? 

Federico: Per me è fondamentale la lettura di libri. E, in generale, assorbire la maggior quantità possibile di elementi (parlo quindi di storie, di immagini, di articoli di giornale, etc.) che poi vado a combinare insieme in maniera possibilmente inedita. Per me la creatività è molto così: prendere varie cose e metterle insieme per formare qualcosa di originale.

Edo: Stiamo facendo questo podcast proprio per scoprire quali sono i metodi in circolazione. Ogni ospite che abbiamo incontrato ha un suo processo, cucito sulla propria personalità e adattato al campo in cui lavora. Sicuramente la fase di raccolta, spontanea o meno, è molto sottovalutata ma decisiva. Creatività significa trovare dei collegamenti nuovi tra cose che già esistono, proprio per questo più materia prima hai e più combinazioni nascono. Personalmente poi le idee migliori sono quelle che arrivano in poco tempo, non so perché. Forse la fretta mi aiuta paradossalmente.

4. La creatività è spesso rielaborazione, appropriazione, trasformazione – quasi mai è invenzione dal nulla. Si può creare senza rubare? 

Federico: Un po’ t’ho risposto sopra. Per me l’originalità non esiste. Quindi secondo me non si può evitare di rubare. Ma una delle mie citazioni preferite – vado a memoria – è questa: “Rubare da uno è plagio, rubare da molti è ricerca”. Penso sia abbastanza vero.

Edo: Sono d’accordo, spesso poi è questione di tempismo. Un’idea spesso funziona quando nasce (o rinasce) nel momento giusto.

“Steal like an artist” di Austin Kleon – una miniera di consigli sulla creatività

5. Voi siete molte cose diverse – sceneggiatori, autori tv, romanzieri, docenti – come gestite il passaggio da un mestiere creativo/ideativo all’altro? 

Federico: Con gioia, per quanto mi riguarda, dato che anche questo contribuisce a tenere il cervello sempre in allenamento e quindi, secondo me, favorisce la creatività. Ultimamente la cosa che mi piace di più è insegnare. Mi nutro dello scambio di energia che c’è tra insegnante e studenti e, cosa importante, imparo tantissimo da ognuno di loro.


(Di consigli sulla creatività avevamo parlato anche con lo scrittore Dario Voltolini, QUI su Cartografia)

Edo: Sembrano ambiti diversi, in realtà la base è sempre la stessa. Il mondo del podcast è un esempio perfetto: ci sono storie che vengono intercettate la prima volta con un libro, poi diventano un podcast e infine una serie televisiva. Insomma, se sai raccontare una storia è facile spostarsi tra un ambito e l’altro.

Gli elementi base della creatività – copiare, trasformare, combinare

BIO

Edoardo Scognamiglio

Autore/Editing 

Autore televisivo, ha lavorato per il programma Le Iene per sette stagioni, per poi collaborare con produzioni Mediaset e RAI tra cui Viva RaiPlay di Fiorello. Ha co-fondato Combocut, la prima video agency italiana e ha ideato il canale comico Educazione Cinica, di cui è anche sceneggiatore. Ha ideato e conduce il podcast sulla creatività “Hacking Creativity” con Federico Favot.

Federico Favot

Autore

Sceneggiatore, headwriter e creative producer, si è diplomato alla Scuola Holden e ha frequentato il corso Rai/Script. Ha firmato la sceneggiatura di oltre 80 ore di prime serate Tv per RAI e Mediaset, ne ha editate oltre 200 e sta scrivendo due nuove serie, un film e il suo primo romanzo. Ha scritto inoltre webserie, film, libri, branded podcast ed è Maestro del College Serialità&Tv della Scuola Holden. È co-fondatore della startup Qubigames che produce giochi interattivi per bambini basati sullo storytelling. Ha ideato e conduce il podcast sulla creatività “Hacking Creativity” con Edoardo Scognamiglio.


Condividi: