Gli scrittori sono cartografi – il Writing Coach di Cartografia Letteraria

La Cartografia Letteraria può sostituire la lettura di un romanzo?
23 Ottobre 2020
Venivamo tutte per mare – Cartografia Letteraria
6 Novembre 2020
Tempo di lettura: 4 minuti

Il Writing Coach di Cartografia Letteraria è lo strumento adatto per chi è bloccato davanti alla pagina bianca

di Ferdinando Morgana

Era il 2016 quando una intuizione mi ha travolto: volevo creare un metodo per aiutare chi era bloccato davanti alla pagina bianca. Di rimanere completamente bloccato era capitato anche a me. Dopo aver pubblicato con successo racconti per Rizzoli e Feltrinelli, avevo buttato nel cestino due mezzi romanzi. Non uno, proprio due.

Pubblicare per una grande casa editrice, per una rivista letteraria che viene pubblicata in tutto il mondo è sicuramente esaltante. Ma passata la sbornia, quello che rimane addosso può avere un effetto paralizzante. Così è capitato a me: mi sono subito gettato nella scrittura di un romanzo, ma arrivato alla novantesima cartella mi sono fermato. Era impossibile andare avanti. Gli schemi non servivano, la scaletta neppure. Gli appunti sembravano scritti da un’altra persona. Dopo mesi di attesa – non volevo ammettere a me stesso di aver fallito – ho gettato tutto.

Dopo quella battuta d’arresto con la scrittura sono rimasto fermo a lungo. Ho ricominciato a scrivere con pudore quasi un anno più tardi. Anche questa volta, dopo poco meno di un centinaio di pagine ho di nuovo incontrato un blocco. Non sapevo come proseguire, ero frustrato, non riuscivo a proseguire. Anche quella volta ho buttato tutto.

Arrivato alla novantesima cartella mi sono fermato. Era impossibile andare avanti. Gli schemi non servivano, la scaletta neppure. Gli appunti sembravano scritti da un’altra persona. Dopo mesi di attesa – non volevo ammettere a me stesso di aver fallito – ho gettato tutto.

Era il 2016 quando una intuizione mi ha travolto: creare uno strumento innovativo di Writing Coach che aiutasse chi è bloccato davanti alla pagina bianca. L’idea è quella di comportarsi come se si stesse esplorando un territorio sconosciuto completamente soli. Mettere a fuoco le stesse paure, le stesse incertezze. Imparare a prendere appunti su ogni dettaglio – consapevoli che quando tornerai a casa dovrai essere in grado di descrivere agli altri cosa hai visto.

Tutto sta nella capacità di guardarsi intorno, e di imparare a farsi domande fondamentali. Il writer coach fa questo, aiuta chi è bloccato a guardarsi intorno e a farsi le domande giuste. Da lì parte tutto.

Scrivere è come esplorare da soli un territorio sconosciuto.

La bella illustrazione di Angelica Zanini parla del momento esatto in cui chi scrive si mette al lavoro davanti alla pagina bianca. Chi inizia a scrivere è travolto da emozioni contrastanti: sperimenta l’eccitazione per la scoperta ma anche la paura dell’ignoto e della consapevolezza della solitudine in cui rimarrà per mesi.

Tutto sta nella capacità di guardarsi intorno, e di imparare a farsi domande fondamentali.

Il writer coach fa questo: aiuta chi è bloccato a guardarsi intorno e a farsi le domande giuste. Da lì parte tutto.

Chi scrive è prima di tutto un esploratore, un cartografo. Si muove lentamente in un territorio sconosciuto, a volte inospitale, altre volte ricco e accogliente. Lo percorre per primo, prendendo appunti, cercando di non cadere, di non farsi male.

E’ nato così Cartografia Letteraria. In questi anni è stato molte cose: da prima una pagina Facebook nella quale parlare di libri e scrittura. Poi una serie di articoli sulla scrittura, sulla narrativa e sulla creatività. e alcuni laboratori.

“Era il 2016 quando questa intuizione mi ha travolto: creare uno strumento innovativo di Writing Coach che aiutasse chi è bloccato davanti alla pagina bianca”

Oggi è anche un sito in cui continuo a pubblicare articoli sulla scrittura e sulla narrazione oltre a consigli di scrittura da parte dei migliori professionisti della parola scritta. Non mancheranno ovviamente nuove Cartografie, affidate al tocco di alcuni tra i migliori illustratori italiani. Il sito è arricchito inoltre da interviste in formato longform – intense chiacchierate con i nomi più celebri del panorama letterario nazionale e internazionale.

(QUI trovi tutti i dettagli sul metodo di Writing Coach di Cartografia Letteraria)

Chi scrive un racconto, un romanzo, riporta sulla pagina alcune cose che ha
vissuto da solo, avanzando per tentativi in un territorio accidentato e sconosciuto. La Cartografia Letteraria è un metodo innovativo di Writing Coach, di aiuto agli scrittori che si sono persi in quel territorio accidentato.

Cartografia Letteraria è un metodo molto plastico e versatile. Con lo stesso metodo si può lavorare sui fondamenti della narrazione per trovare idee, sbloccarsi davanti alla pagina bianca, stimolare la propria creatività.

Condividi: